Home

Covegno sulla donna a Sant'Agata Militello

“E’ nata donna. Storie di donne e di successi” è il titolo del convegno organizzato ,sabato 5 marzo presso il Castello Gallego, dalla Fondazione Mancuso Onlus, con il patrocinio del comune , in occasione della giornata internazionale della donna. All’ evento, tenutosi presso la sala dei principi al Castello Gallego di Sant’Agata Militello ,   hanno partecipato le psicologhe Eleonora Mangano dell’associazione “Psyche”, Francesca Carcione del sodalizio “Acisif”,  Deborah Bontempo, vice presidente dell’ente “Pink Project” e le psicoterapeute Deborah Bontempo e Gaetana D’Agostino. Al convegno era presente il senatore Bruno Mancuso , il quale ha introdotto ,con la giusta e doverosa sensibilità, il delicato tema dell’incontro e sottolineato la rilevanza della figura femminile all’interno del mondo politico. “ Sono Felice di aver partecipato ad un convengo molto interessante- ha dichiarato il senatore Mancuso-  dove sono stati trattati i temi della donna nella società odierna , da parte di relatrici di notevole preparazione che hanno coinvolto il numeroso pubblico dimostratosi particolarmente interessato ad una tematica cosi importante “. Durante il convegno è stata affrontata , da parte delle relatrici, una meticolosa analisi in merito al ruolo della donna all’interno di un contesto difficile come quello della società di oggi, nonché sull’evoluzione dell’universo femminile che vede protagoniste le donne da quando hanno ottenuto   il diritto di voto ad oggi quando è stata introdotta la legge per l’inclusione delle quote rosa nella politica. Nel corso dell’evento sono state,inoltre, presentate le “Donne di sogno” dell’artista Sabrina Ferrero (Burabaci) e interpretate, da Viviana Princiotta e Pina Carianni, letture di storie di donne di successo. Colpite dai pregiudizi e dalle discriminazioni ,mai realmente sconfitti verso il sesso,purtroppo ,ad oggi, ritenuto ancora debole, in particolar modo sul lavoro e stremate dalla crisi economica che negli ultimi anni ha piegato in ginocchio il mondo, le donne arrancano ,ma non demordono; continuano ad inseguire le proprie aspirazioni. Ed è per questo che “bisognerebbe   smuovere le coscienze e cambiare le carte in tavola al fine di superare le barriere del pregiudizio” è il messaggio che, in coro, hanno lanciato le psicologhe alla straordinaria platea presente in sala. Al termine del convegno  è stata inaugurata la mostra dal titolo “E’ nata donna. Quando la differenza di genere genera disparità di diritti”, predisposta dalla scrittrice  Francesca de Lena e dall’illustratrice Stefania Spanò, in arte Anarkikka, aperta al pubblico sino a sabato prossimo.  

Informazioni aggiuntive